Maria Lo Conte una event planner al passo dei tempi

Organizzare eventi richiama spesso alla mente l’idea di mondanità, così molte persone cercano di seguire questa strada attratti dall’idea di vivere una vita scintillante. In alcuni casi questo è certamente vero, ma nella stragrande maggioranza dei casi l’organizzatore di eventi o event planner non è esclusivamente una persona elegante e un po’ snob che salta da una festa all’altra e frequenta il bel mondo. Essere introversi con un sorriso smagliante, pur essendo qualità apprezzate, da sole non bastano per diventare un professionista del settore.


L’organizzatore di eventi deve possedere una buona cultura di base, essere curioso verso tutte le novità, seguire i fermenti artistici, tenersi costantemente informato, ma soprattutto deve essere dotato di un senso estetico innato alimentato da un continuo aggiornamento. Maria Lo Conte, una bella Signora di Latina, da anni si occupa diligentemente di organizzare serate per single e non, in adeguati locali della nostra provincia, per fare incontrare persone di tutte l’età. Questo suo impegno lo svolge con passione e grande senso di responsabilità.

Maria Lo Conte l’abbiamo incontrata recentemente, per conoscerla più da vicino e carpire i suoi desideri.


Maria Lo Conte com’è iniziata questa tua attività?


Diciamo che la mia storia è iniziata nel 2006 così per amicizia, tante persone sole mi chiedevano di organizzare delle serate per stare insieme ed era un modo per conoscersi ed eventualmente incontrare l’anima gemella, quindi cominciai ad organizzare eventi per persone sole. In questo modo avevano dei punti di riferimento, sapevano a chi rivolgersi e quando dovevano uscire.


Tu sei di Latina, Maria?


Di nascita sono molisana di Larino, in provincia di Campobasso, però mi sento di Latina perchè avevo due anni quando sono venuto a vivere a Latina, quindi sono cresciuta qui.


Hai avuto sempre questa attitudine al sociale e fare incontrare persone?


Si, mi è sempre piaciuto trattare con le persone, sono di indole altruista e per questa ragione ho cercato sempre di dare me stessa al prossimo.


Come sei giunta a questa tua ultima iniziativa, che presenti ogni mercoledì al Manicomio Food?


Diciamo che nel corso degli anni ho cercato sempre più di capire le esigenze delle persone e senza volere si è creata quest’ultima iniziativa che si chiama il salotto di Maria Lui & Lei. In questa particolare location, le persone hanno modo di incontrarsi, parlarsi e confrontarsi per risolvere i propri problemi di coppia.


Ti risulta che nei nostri giorni ci siano difficoltà nell’approccio e nella comunicazione?


Si, nonostante l’evolversi dei tempi, sembra che tra i due sessi ci siano difficoltà e molta paura nel comunicare, questa mia nuova iniziativa invece, sta aiutando molto in tal senso.


Nell’edizione di quest’anno siete come l’anno scorso al Manicomio Food a condurre questa iniziativa?


Si è da un anno che ci siamo dislocati al Manicomio Food, mentre prima stavamo in un’altro locale, si sono già costituite delle coppie e siamo già alla quarta coppia e mi auguro che ce ne siano altre in futuro.


Quindi è del tutto positiva questa situazione?


Si, sta portando fortuna a me, al locale e alle persone che intervengono, inoltre c’è nell’aria un clima talmente magico e nello stesso tempo familiare che semplifica l’incontro.


Le persone accorrono con piacere alle serate?


Si, infatti mi tempestano di messaggi e non vedono l’ora che ricominci la nuova edizione per poter stare di nuovo insieme, al fine di creare nuove coppie.


La tua trasmissione ricalca quella di Maria De Filippi, Lui & Lei sulle reti Mediaset?


Si in un certo senso la traccia è di quella trasmissione, ma nella mia ritengo che ci sia più riservatezza, più spontaneità, e prossimamente, ci sarà una nuova inaugurazione il 12 ottobre a Fiuggi all’ Hotel Cabri, dove avremmo Giorgio Manetti, un personaggio di Uomini & Donne.

Intendi in futuro proseguire con altre iniziative?


Certo, chiunque mi proponga situazioni in cui io sono ospite, cercherò di valutarle.-

Quali sono i tuoi progetti futuri Maria?


Per adesso continuerò con quest’ultimo progetto, poi sicuramente si accenderanno altre… lampadine.

Grazie Maria Lo Conte

Rino R. Sortino