Pro Cisterna Latina Scalo, Sermoneta tre territori uniti da un vero progetto sportivo

Vero obiettivo per quest’anno è di mantenere la categorìa in Eccellenza

A.S.D. Latina Scalo Sermoneta Pro Cisterna 1926 è l’avventura di un gruppo di veri sportivi  che ha coronato il sogno di far tornare il calcio a Cisterna.  La decisione da parte della vecchia società Latina Scalo Sermoneta è stata quella di cedere il titolo della squadra a Cisterna e precisamente ad una cordata di imprenditori ed ex calciatori della squadra cisternese capaci di proseguire il progetto iniziale. La Federazione ha poi offerto la possibilità di partecipare al campionato di Eccellenza, grazie al ripescaggio di numerose squadre laziali in Serie D. Sicuramente le tre realtà unite offrono garanzie tali in grado di operare al meglio su tutti i fronti, dal settore giovanile alla prima squadra. Le linea guida di questo Club oggi rispondono ai criteri più sani dello sport e riguardano l’ etica, il sociale e la solidarietà, dove è stato sancito che il settore giovanile è e resterà  il fiore all’occhiello di questa nuova realtà. Domenica 27 ottobre, la Pro Cisterna (Latina Scalo, Sermoneta) si è  confrontata alla corazzata Itri, di fronte ad un pubblico appassionato che non ha mai smesso di manifestare il caloroso appoggio per tutto l’incontro ai suoi beniamini. E’ stata una bella gara dove entrambe le contendenti hanno tentato di vincere, ma alla fine a gioire è stata la squadra di casa che ha vinto 2 a 1. La classifica dell’Itri nonostante le bellicose intenzioni d’inizio campionato si fa invece sempre più preoccupante, nessuno prevedeva che dopo il successo nel derby di Coppa Italia col Gaeta e la conseguente qualificazione ai 16esimi, l’11 di mister Ghirotto sarebbe rimasto a secco di risultati. Nel primo tempo dell’incontro, si è assistito ad una partita non esaltante, nella ripresa invece, le due squadre hanno migliorato il livello del gioco e al termine,  la squadra di casa si è aggiudicata l’intera posta in palio. Sull’1 – 1  l’Itri  ha avuto le sue occasioni per portarsi in vantaggio, soprattutto Onorato ha fallito la trasformazione di un calcio di rigore. I padroni di casa hanno poi saputo capitalizzare al meglio le occasioni favorevoli e il rigore trasformato da Scacchetti  quello del definitivo 2 – 1 ha deciso il match.

Abbiamo incontrato Davide Lemma D.G. del Pro Cisterna,   nell’ambito dell’incontro  di calcio a Latina Scalo, che si è dimostrato disponibile a rispondere ad alcune domande. “Quali sono le aspettative che si propone questa nuova Società”?

Quest’anno Cisterna ha avuto la possibilità di ritornare a disputare un campionato di calcio e questo è stato  già un grande risultato. Da  troppi anni questa città si era trovata immeritatamente  fuori  dal panorama sportivo, nonostante abbia e lo vediamo anche oggi, una tifoseria entusiasta. Pertanto dobbiamo fare il possibile per offrire ai nostri tifosi le soddisfazioni che  meritano.

Quali obiettivi i vi prefiggete quest’anno?

Io tendo sempre a gettare acqua sul fuoco degli entusiasmi perché è necessario avere tanta pazienza e  cercare di  lavorare serenamente. Noi tutti teniamo all’immagine di questa Società e sono  certo che in futuro arriveremo agli obiettivi che ci prefiggiamo.

Come si può giudicare fino a questo momento, il campionato della Pro Cisterna Latina Scalo Sermoneta?

Sono molto contento delle prestazioni di questa squadra,  anche nelle partite che abbiamo perso, non siamo stati mai messi sotto da nessuno, ma ci siamo sempre confrontati alla pari. Abbiamo sempre cercato di fare la nostra partita e questa è una cosa che alla fine ti premia. Anche oggi contro l’Itri è stata  una tappa importante per prendere punti, il nostro obiettivo è di andare avanti nel  Campionato di Eccellenza per ottenere più punti possibili. E’ nostra intenzione mantenere la categoria e poi vedremo se possiamo levarci anche qualche  soddisfazione.

Qual è l’obiettivo principale del vostro Campionato?

Puntiamo soprattutto a solidificare questa nuova Società, abbiamo un gruppo di validi ragazzi guidati da mister Campagna, che si è formato in poco tempo e tutti sappiamo non è facile mettere insieme 25 ragazzi per  la prima volta. I calciatori con cui abbiamo a che fare sono soprattutto ragazzi per bene, che si dedicano tutta la settimana  al lavoro,  con questo valido  gruppo di  atleti intendiamo fare soprattutto un campionato tranquillo, dopodiché è normale che a Cisterna è necessario puntare a fare campionati di vertice piuttosto  che a salvarsi.

Pierluigi Grande, l’Addetto Stampa, cosa ci puoi dire di questa nuova Società?

E’ una bella esperienza, per quanto mi riguarda,  probabilmente è la prima volta che passo dall’altra parte della barricata, visto che sono sempre stato dalla parte dei raccontatori, ma lo faccio con piacere per un gruppo di amici e per i  valori sani di un progetto. Hanno veramente l’intenzione di coinvolgere tutto il territorio di Latina, di riportare il calcio pontino ai livelli che contano, ma con umiltà e  piedi per  terra. Ho avuto l’onore di collaborare con personaggi quali Campagna, Massaroni, Davide Lemma, Primo Rossi, che sono  un valido gruppo di persone che  intende  impegnarsi  soprattutto  per i giovani e questo è importante soprattutto in un momento in cui i giovani hanno poche opportunità per esprimersi.  E’ stata  creata un’unione di territori, Pro Cisterma, Latina Scalo, Sermoneta,  poi c’è stato  l’accordo con la Macir Cisterna, la Findus Cisterna e ci saranno sicuramente  altre unioni con altre società del territorio, in modo tale che i giovani che vogliono fare sport possono accasarsi  anche a livello logistico, nei punti più convenienti per le famiglie. L’importante è permettere a questi ragazzi di fare sport, se parliamo di prima squadra invece,  che è l’immagine prioritaria, si tenterà per prima cosa di fare un Campionato per salvarsi. Ulderico Campagna  il mister e i ragazzi, hanno dimostrato  in questo scorcio  di stagione  che se la possono  giocare con tutti, ma i risultati che verranno, non devono inficiare quello che è la bellezza di un intero progetto.

Quindi è un punto di partenza questo Campionato?

Si è un punto di partenza,  che permette intanto di riportare il calcio a Cisterna, una città che non lo viveva da diverso tempo e che nel passato prese parte a campionati importanti nei professionisti.

Cosa vi prefiggete per quest’anno?

Per quanto riguarda la prima squadra  nel Campionato di Eccellenza, il bravissimo Ulderico Campagna nel passato ex portiere del Cisterna, mette in campo la sua grande passione, volontà  e competenza in panchina. Ha la capacità di riuscire a modificare le partite in corsa e a leggere le partite, l’idea per quest’anno è quella di una tranquilla  salvezza.

La prima squadra giocherà sempre qui a Latina Scalo, oppure si prevede che un giorno possa ritornare al tradizionale campo sportivo del “Bartolani” di Cisterna?

Il Sindaco era presente nella partita di Coppa Italia, dove purtroppo abbiamo perso contro il Nettuno per uno a zero e in quella circostanza,  dichiarò che entro breve, si potrà rigiocare al “Bartolani” per fare  rimanere qui a Latina Scalo, il quartiere generale del  settore giovanile.

Vuoi aggiungere qualche altra osservazione?

Mi fa piacere vedere tanta gente vicino a questo progetto, compreso la tua presenza oggi.

Grazie Pierluigi Grande

Rino R. Sortino