La stilista Francesca Anastasi ci racconta la sua visione del connubio fra moda e arte.


Ciao ragazze, oggi vi racconto come l’arte riesce a far creare la mia moda. Mi ha sempre appassionato guardare opere d’arte e capire attraverso la rappresentazione, la personalità dell’artista.  Quello che traspare dal disegno, sono le sue emozioni e la sua anima.  E’ come se mettendo  a nudo il quadro, che è lo specchio delle sue verità, ci sia modo di conoscere nel profondo  chi l’ha creato. Quando un’opera accarezza i miei sensi  divento creativa, mi piace applicarmi, è la parte migliore di me e rinasco ogni volta che lo sono…Ora vi cito gli artisti e le tre opere che ho scelto di raccontarvi, “un autoritratto di  Frida Kahlo”, “la celebre notte stellata di Vincent Van Gogh” e “Amore e Psiche” dello scultore Antonio Canova. Sono quadri così diversi fra loro, come la moda che mi suscita ispirazioni di conseguenza. Vedendo quei capolavori.:Kahlo tratta la moda floreale e gitana, Van Gogh  un total black mentre Canova mi fa sognare con il rosso, colore che da sempre simboleggia l’amore.  Iniziamo dalla pittrice Frida Kahlo, artista Messicana che nella sua esistenza si distinse per la tenacia e forte personalità, spesso fuori dalle righe. L’artista aveva un carattere stravagante con il suo particolare stile gitano, molto colorato e deciso. Frida visse una realtà difficile, dove toccò il fondo e questo le consentì di ricevere la spinta adeguata per riemergere. La tristezza diventò una lancia che gli aprì un varco di luce e lei lo fece con il suo pennello. Le prime opere che creò erano autoritratti  del suo viso, poichè diceva, era ciò che conosceva meglio.  Quando la mala sorte la costrinse a letto a seguito di un incidente grave, impossibilitata ad alzarsi, si dedicò alla pittura, sua madre pertanto, l’aiutò facendo montare uno specchio sul soffitto . La voglia di reagire la spinse verso la rinascita. Lei è la donna così fortemente positiva e vitale che mi ispira nella moda: le appartengono i lunghi gonnellini e bluse con tessuti leggeri come seta, lino e cotone che  scivolano sul corpo contornati da morbide “rouge” che ondeggiano. Con l’aggiunta di tessuti floreali dallo stile “gipsy”,  questa estate si farà un salto nel passato. Sarà un po’ come far rivivere Frida in tutte le donne che sceglieranno il suo stile e in questo modo le restituiranno, gli anni che le sono stati rubati……. 

La seconda opera è “ la notte stellata” di Vincent Van Gogh, pittore Olandese.   Fra pennellate nette e ancora vive, mi rapisce il suo modo di usare il pennello, impugnato quasi a sentirne  le setole, per avere più precisone . Lo stretto contatto con la tela emerge,  i suoi tratti sicuri che cercano di nascondere il suo mondo incerto dietro i colori netti e mai sfumati. Nello stesso momento, immagino di vedere i suoi occhi fissi che seguono la mano che dipinge la sua agitazione. Dentro se stesso aveva ” il mare in tempesta”,  un totale disordine di un’artista così geniale e  incompreso. Van Gogh mi ispira nella mia ricerca innovativa di moda al fine di creare dei capi scuri blu, neri con pietre brillanti, come la “sua notte stellata”. La sua opera mi fa immaginare bustini stringati  e body con gonne morbide e lunghe a vita bassa.  Con schiena  scoperta  dove si andrà a posare  sul  dolce pendio, la sua luna…

La terza ed ultima opera è “Amore e psiche dello scultore Antonio Canova, che rappresenta due innamorati narrati nella metamorfosi dello scrittore filosofo Apuleio. La storia di questo capolavoro è assolutamente da leggere . La sensazione che suscita in me è di delicatezza sconfinata, con l’immagine dell’amore che travolge. L’abbandono fra le braccia di Cupido nel preciso istante sospeso, fra il desiderio ed il bacio. Rimarranno innamorati  per sempre…Immagino pertanto abiti fasciati come le braccia di Psiche, che formano un cuore per cibarsi dei baci di lui. Dal freddo marmo, riesce a trasparire il colore rosso dell’amore. Vedo abiti romantici con dettagli in pizzo, che raccontano la forte passione che li tiene uniti per l’eternità…  Amiche vi saluto e mi auguro che questa breve lettura, vi abbia aiutato a sognare un po’ anche a voi. Mi raccomando, abbinate sempre una mascherina ai vostri outfit per proteggere voi stessi ed il prossimo, perché il rispetto è una delle più belle forme d’amore …

Francesca Anastasi “Sublime”