il cantautore Tony riggi e le finalita’ della Jungle Joy Video Music

Latina Flash ha sempre seguito con attenzione le performance del cantautore pontino Tony Riggi e le sue interessanti iniziative. Recentemente lo abbiamo incontrato per conoscere più da vicino la nuova società di cui fa parte, che si è costituita recentemente: la jungle joy video music. Nell’occasione siamo riusciti ad intervistare anche gli altri componenti.

Tony sei ritornato a cantare dopo un po’ di tempo a seguito di alcune vicissitudini personali, parlaci della serata che hai partecipato con Daniele De Martino.

La serata è stata organizzata dal management dell’artista neomelodico Daniele De Martino, noi abbiamo voluto dare supporto all’organizzatore Mirko Parisi della Parisi box. Nella serata la Società  di cui faccio parte, la Jungle Joy Videomusic  di Latina di Daniela Rongione è riuscita anche a collocare le telecamere, che sono  molto importanti. La Società di cui faccio parte io, Daniela Rongione, Fabrizio Manchizza e la mia compagna Raffaella Giancola, ha organizzato tutte le riprese video, che poi  saranno montate dopo l’evento. Io ho fatto l’apertura a questo bravissimo interprete napoletano e non mi è dispiaciuto farlo, ci stimiamo come colleghi e ci conosciamo un po’ tutti. Daniele è un’artista che sta crescendo moltissimo e io dietro lui, tra virgolette. Sono stato inserito in questo circuito neo melodico per aprire i concerti e proprio in questo momento mi è giunta  una telefonata per dirmi che stanno organizzando un altro impegno artistico dove io sarò presente. La “Jungle Joy” pertanto, sarà presente con Tony Riggi  e Maurizio Baiata che è il nostro responsabile editoriale, sia fuori che dentro la nostra città.

Tony che canzoni hai presentato al pubblico del Palaroller?

Ho  cantato  delle canzoni, molto rappresentative della musica leggera italiana. Vorrei citare “Il Mondo ” con la quale ho avuto la possibilità di partecipare al premio “Mia Martini”. Ho avuto il piacere di conoscere uno degli autori del testo, Franco Fasano, che ha scritto “Ti lascerò”, il famoso brano cantato da Fausto Leali ed Anna Oxa. “Il Mondo” (portata al successo da Jimmy Fontana) è un brano a cui sono particolarmente legato, perché  mi ha consentito di entrare  tra i semifinalisti del premio intitolato a “Mia Martini”. In quella serata prestigiosa, sarà un onore presentare un mio brano inedito dal titolo “Soldatini di piombo”,  dedicato a Willy, quel bravo ragazzo, morto recentemente, protagonista involontario di una tragica vicenda. Proprio oggi ho avuto la conferma che la voce che mi accompagnerà nel citato brano, sarà quella di Angelo Maggi che è il doppiatore e la voce italiana degli Iron man. Angelo, ci tiene che venga nominato nell’ articolo, è una persona molto sensibile a queste tematiche e considera Willy un eroe.

Quando potremmo ascoltare questa tua nuova  “chicca” musicale?

Dal 30 ottobre in poi la suddetta canzone sarà in programmazione radiofonica alla radio legata al premio “Mia Martini” e poi sarà valutata da una Commissione di esperti. Unendo le due valutazioni, quella di Scalea e quella radiofonica, si otterranno i dieci finalisti che si recheranno a Bagnara Calabra. Sicuramente quella calabrese sarà una serata strepitosa, in quanto in giuria saranno presenti personaggi importanti della musica leggera italiana. L’unica perplessità che ho è la data di Bagnara Calabra che non è stata ancora comunicata a causa del Covid. Cogliendo l’opportunità della tua intervista, posso ufficilizzare il fatto che anche quest’anno parteciperò a I Band (come solista) a novembre sulla Cinque Mediaset.

Vuoi aggiungere qualche altra inziativa cui prenderai parte?

Insieme a  Maurizio Baiata stiamo producendo una documentario importantissimo in collaborazione con l’America, si intitola “I Guardiani del cielo”, in Inglese la traduzione è “Catchers of heaven”. Abbiamo preparato il trailer che sarà presentato il 28 Novembre per la prima volta in Italia a Latina al Circolo Cittadino, dove potranno essere presenti nella serata, soltanto  ottanta invitati, causa Covid. Tra gli invitati ci saranno diversi  giornalisti e personaggi del settore che valuteranno le riprese del trailer. Sarà una serata dedicata a Franco Battiato, e nell’occasione, Daniela Rongione nostra Amministratrice, Maurizio Baiata ed io, proporremo un convegno dedicato al “mondo del sottile”, un tema che ha sempre ispirato Franco Battiato nelle sue canzoni. Analizzeremo la questione attraverso differenti punti di vista: quello esoterico, culturale, storico, musicale e scientifico, in una chiave del tutto leggera e semplice, al fine di trasmettere il messaggio nella maniera più semplice possibile.

Anche Daniela rongione ha voluto esprimere il suo punto di vista:

“Io da anni sono studiosa di esoterismo che potrebbe sembrare qualcosa di astruso, dal punto di vista musicale, in realtà nell’esoterismo, il ritmo e le frequenze sono importantissime. Fin dai tempi lontani, tantissime cerimonie si svolgevano sulla musica eseguita a ritmo di tamburi che accompagnavano le cerimonie sciamaniche. Ancora oggi proseguono con queste modalità e nelle liturgie che si svolgono nelle più grandi cattedrali al mondo, si utilizzano degli organi di grande effetto.  Pertanto da sempre la musica accompagna l’uomo a livello musicale e tutto quello che è stato tramandato dall’antichità, si riesce a ricordarlo e a riscoprirlo. Un fisico giapponese a seguito di studi specifici, ha scientificamente dimostrato che quando si mettono a confronto due gocce d’acqua sottoposte a delle vibrazioni e onde sonore, si scoprono cose interessanti. Quindi l’esoterismo e la musica  sono diversi lati di una stessa moneta. Riguardo l’esoterismo, io ho sperimentato e verificato tante cose, perchè in un certo senso sono come San Tommaso. Provengo da una famiglia dove c’è sempre stata una forte attrazione per i fenomeni paranormali, che abbiamo spesso vissuto e sperimentato. Recentemente  mi sono recata in un luogo ricco di storia, pieno anche delle cosiddette “presenze”, che si sono in un certo senso stratificate attraverso i secoli. Ho osservato che volavano oggetti, senza che nessuno li toccasse. Per ben due volte sono stata quasi sul punto di cadere giù da una collina, perché qualcuno mi aveva spinto, ma accanto  me non c’era nessuno. Se venite alla nostra conferenza ne saprete di più, riguardo il misterioso mondo che ci circonda.

Maurizio Baiata:

Intanto sono felice di essermi trasferito quì a Latina. E’ stata una scelta motivata da tante ragioni importanti, Tony ad esempio aveva bisogno di qualcuno che lo supportasse dal punto di vista editoriale e della promozione e nello stesso tempo che avesse un’esperienza nel mondo della comunicazione. Credo di aver accumulato nell’arco della mia carriera, tutta una serie di esperienze, ed è giunto il momento di offrire il mio contributo ad amici veri, quali Tony Riggi. Entrando nello specifico, ho diretto una decina di riviste ed enciclopedie e mi sono specializzato sia nel mondo dell’ufologia, che nel campo della musica. Sono stato alla fine degli anni settanta, alla guida come Direttore, della prima edizione italiana dei “Rolling Stone”, la rivista musicale più importante al mondo. Ho vissuto  sette anni a New Jork negli anni ottanta, ed ho intervistato diversi personaggi, a partire dal grande David Bowy. Dopo essermi impegnato tanto nel campo musicale, ho iniziato ad occuparmi di ufologia. Ho approfondito le mie conoscenze su queste tematiche, sono diventato un esperto, ma soprattutto, un comunicatore di fenomeni che non devono essere presi alla leggera,  ma devono essere valutati attentamente, secondo vari punti di vista. Ieri è stato il cinquantesimo anniversario dalla morte di Jimy Hendrix . Se noi avessimo avuto l’opportunità di vedere Hendrix dal vivo, ci saremmo resi conto che il mondo del superiore  e quello attuale nel quale viviamo, collimano quasi sempre. Purtroppo  Hendrix non è più tra noi , Battiato invece  che ne ha seguito l’impronta esiste e, dal momento che lo conosco bene, perché siamo anche amici, prossimamente vorrei far conoscere attraverso delle conferenze, il suo mondo interiore.

Cosa ne pensi del cantautore  Tony Riggi?

Tony Riggi ha la capacità incredibile di comporre in poco tempo, brani musicali. La settimana scorsa sono stato testimone delle sue composizioni dirette di due brani, di cui  uno riguardante la triste vicenda di Willy. Tony ha la capacità di fotografare una situazione sociale, un vissuto e di tramutarlo in musica e parole in pochi minuti.  Questa cosa non l’ho mai visto fare ad altri artisti, e, per questo ragione, sono contento di lavorare con lui.

Fabrizio Marchizza:

Buongiorno, io ho un incarico prettamente commerciale nell’ambito della “Jungle Joy  Video Music”, che serve proprio ad aiutare la Società ad espandersi. Ci siamo appassionati a questa idea e abbiamo inteso creare questa nuova Società, perché Tony basa molte sue canzoni sulle frequenze.  Sappiamo da studi recenti, che le frequenze influenzano ogni tipo di vita, prettamente quella vegetale ed io dal punto di vista del settore, essendo un perito agrario, sono riuscito a fare particolari tipi di letture e approfondimenti sulla questione. E’ vero che le frequenze contribuiscono ai cicli delle piante, ma la stessa tecnica è applicata all’evoluzione dell’ essere umano.

Come Società cosa vi proponete?

Noi come Società cerchiamo innanzitutto di dare un’opportunità ai giovani emergenti che sono sempre stati esclusi dai circuiti mediatici. Noi diamo la medesima possibilità a tutte le persone che intendono impegnarsi nella carriera musicale ed editoriale, perché come Società abbiamo anche la capacità di Editare libri. I primi libri che stiamo editando sono proprio quelli di Tony e di Daniela Rongione, ma ce ne sono altri che sono in working progress proprio perché a noi piace ancora, aprire un libro cartaceo e assaporare l’aroma della carta stampata.  Inoltre la vibrazione che ti trasmette la carta stampata sui polpastrelli, credo che sia qualcosa che nessun touchpad  potrà mai sostituire.

Passiamo alla Sig.ra Raffaella Giancola cosa ci può dire di questa  nuova Società?

Sono una make up artist, ho un centro estetico per lo spettacolo e insieme a questi Artisti abbiamo creato questa Società dove ognuno mette a disposizione la propria Arte. Nostra intenzione è quella attraverso il web di fornire ogni informazione utile che riguardi il fashion, il make up, la musica, gli artisti, gli spettacoli e i poeti. Nostro obiettivo principale è quello di far decollare questo progetto, dargli una maggiore visibilità e divulgare la nostra nuova immagine.

Qual è il tuo compito nell’ambito della Jungle Joy  Video Music?

Io faccio parte della Segreteria, il mio complito è quello di reperire sia artisti, che attività commerciali, in grado di farci conoscere come web radio,  a livello artistico e come marketing. La nuova Società è in grado di organizzare anche corsi, eventi, e tante altre belle cose.

Dove si trova la tua attività?

La mia attività si trova in Viale Francesco Petrarca, si chiama “Estetica Marylin” a ricordo della grande attrice americana. La Monroe ha sempre rappresentato la bellezza e lo spettacolo e meglio di lei ancora oggi non la può rappresentare nesuno.

Cosa ci puoi dire espressamente della tua attività personale?

Noi aiutando il benessere psicofisico delle persone attraverso la musicoterapia e la cromoterapia ed altre sostanze naturali, miglioriamo l’autostima. Il bio progetto serve proprio a questo, per farci ritornare alle origini.

Grazie a tutti Voi della cortesia e in bocca al lupo

Rino R. Sortino