enzo casagni presenta:“Niente sarà più come prima”

UN NUOVO QUADERNO DOVE SONO RACCOLTE 15 POESIE INEDITE

“Niente sarà più come prima” è il nuovo quaderno di Enzo Casagni,  che comprende  15 poesie inerenti il periodo del primo lockdown,  da marzo 2020 a maggio 2020. In queste poesie, dove  sono  trasferite le sensazioni  del Poeta vissute nelle 24 ore di una giornata,  è racchiusa  la sua esperienza  e il suo senso di smarrimento di fronte alla terribile pandemia. La sua acuta osservazione nei confronti delle persone che incontra per strada, dove si immedesima in quello che possono provare, lo rendono sensibile al dolore e alla solitudine. Nelle sue brevi uscite all’esterno da casa per motivi di necessità a fare la spesa, in farmacia e in banca, Enzo riesce a raccogliere una serie di sensazioni  che trasferisce alla sua penna, una volta tornato a casa.  Le sue strofe oltre ad avere un aspetto poetico, rivelano un aspetto  storico, e riflettano emozioni non facili da decifrare.  Oggi  non si può dire che sia cambiato molto da quel  13 marzo del 2020 quando  Enzo scrisse “Io Resto  a casa”, le inquietudini e le incertezze sono rimaste le stesse. E’ un problema  di non facile soluzione, quello che stiamo  vivendo e anche quando si potrà  superare  questo difficile momento, “niente sarà più come prima”. Probabilmente il vissuto creerà un solco profondo in ogni persona e  anche nel più semplice dei gesti quale un abbraccio,  negli anni a venire, l’individuo, potrebbe percepire un senso di smarrimento per quello che ha provato nel passato. Prima di questo terribile virus,  la vita era convulsa  e affannata e tutti andavano di corsa, oggi  la nostra costretta solitudine  ci porta a  meditare  e costringe l’uomo ad una serie di riflessioni.  La vita indubbiamente  è stata attaccata in un modo subdolo, in modo spietato, quasi a tradimento. Ma in queste poesie non si ravvede solo angoscia e pessimismo, Casagni  riconosce l’infinita grandezza della natura  e c’è voglia  di continuare a vivere nonostante tutto. In fondo a  ogni cosa, c’è la cornice della vita  con la sua essenza rigogliosa che non la può toccare nessuno.  La morte può raccogliere qualche persona,  però presto sarà costretta a soccombere  nei confronti  della vita e questo è il messaggio importante di questo libro, un messaggio di speranza.  Enzo  conserva dentro di sè la forza vitale e rigogliosa della vita che nonostante questa dura situazione, ogni individuo mantiene. Tutte le poesie hanno una loro particolarità, sono  momenti  realmente vissuti dall’autore  e particolarmente sentiti. Casagni  si rendeva conto quando  pubblicava  le strofe su Facebook , che anche altre persone provavano i  suoi  medesimi sentimenti, pertanto,  sono poesie che  accomunano  nella  quotidianità  delle giornate. Il Poeta è riuscito a cogliere  le sue sensazioni  nell’attimo in cui le vive, ed ha inteso  manifestarle  in differenti  modi,  in un momento di speranza, in un momento di solitudine, o in un momento di difficile  consolazione.  Sono tutte circostanze  che  invitano a riflettere sul valore reale della  nostra vita. In un verso è descritta  la mascherina  che copre il volto lasciando scoperti solo gli occhi. Questo oggetto di  vitale importanza che è diventato parte essenziale della nostra vita, in realtà  è un simbolo che  nasconde la nostra fragilità e sconvolge tutte le nostre certezze. La  realtà che stiamo vivendo  ci porta a riflettere sul vero valore della vita  ed è una riflessione di grande importanza, dal momento  che ci si rende conto  che all’improvviso, si può perdere tutto. Tutte queste poesie evidenziano  l’aspetto spirituale che è racchiuso dentro  l’anima   ed  è  una  parte essenziale  che nessuno virus potrà mai  scalfire. Il libro è edito da Vitale Edizioni, un Editore di Sanremo, sempre disponibile agli avvenimenti culturali,  che l’anno scorso organizzò la “maratona poetica” a Roma.

Rino R. Sortino

.