il bar trilussa a latina: sinonimo di familiarita’ e genuinita’

dove il costo della tazzina del caffè è ancora a 50 centesimi

Nell’ evoluzione delle civiltà,   le antiche caffetterie si sono rivelate importanti nella formazione  delle culture e  nell’ambito delle  politiche europee del Novecento.  I primi sussulti del Risorgimento  si sono creati  e hanno preso piede in questi antichi esercizi commerciali, lontani da orecchie indiscrete. Oggi  nel nostro paese, i Bar sono talmente popolari che sono frequentati dal 70 per cento della popolazione e fanno parte della nostra vita e del tempo libero. Nei nostri giorni, più che mai, gli avventori  oltre a consumare la bevanda preferita,  si incontrano anche per aggregarsi e socializzare.  Nei  Bar  normalmente si richiedono  bevande calde e fredde, gelati, paste per la colazione e a volte anche panini e  piatti freddi  per  le ore più calde. Negli anni, il concetto relativo al bar si è evoluto, poiché  mentre un tempo  ci si recava principalmente per consumare la prima colazione, che era e resta  il pasto più importante della giornata, oggi a causa dei ritmi familiari sempre più veloci è richiesta anche qualche pietanza per pranzo. Da un anno a questa parte,  per via della pandemia da coronavirus , i bar  sono diventati tra i pochi luoghi dove si possono incontrare amici e conoscenti, nonostante sia  difficile o addirittura  vietato discutere attorno a un tavolo. Ogni bar ha un’anima, una propria comunità, un’identità specifica e il barista di fiducia è prima di tutto un confidente e un volto amico sempre presente. Tra i tanti Bar della città  di Latina, che normalmente  hanno un ottimo standard,  noi di Latina Flash, siamo rimasti colpiti dal Bar Trilussa per la sua specifica particolarità. In questo esercizio commerciale localizzato alle spalle delle poste centrali di Latina, la simpatia e la genuinità dei rapporti sociali  sono fattori prioritari, inoltre i sapori e gli odori che si avvertono all’interno del locale, sono rimasti  quelli genuini di un tempo.

La cordiale e gentile Signora Silvia De Luca ci illustra le particolarità del bar Trlussa, un  locale che indubbiamente ha uno stile particolare.

Lo stile del bar Trilussa intendo definirlo familiare, perché è nostro obiettivo quando le persone  vi entrano, farle sentire a loro agio e praticamente a casa propria. Questa  è la nostra filosofia del lavoro. Come posizione, non potevamo chiedere di meglio, in quanto il Bar Trilussa si trova in zona centrale,  vicino alle Poste centrali, dove a breve, nelle vicinanze,  aprirà anche un nuovo negozio di Parrucchiere .

Quante persone  lavorano al Bar Trilussa?

Praticamente siamo io e mia mamma, il locale lo apriamo tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 07,30 alle 19,30, mentre il sabato e la domenica, effettuiamo solo mezza giornata di lavoro. Il nostro target di clientela è vario, normalmente sono dipendenti di uffici e impiegati di banca che  entrano,  escono e si e fermano  poco,  ma ci sono anche liberi professionisti  quali  Avvocati, Commercialisti e Notai. Tra i nostri clienti inoltre, ci sono vari lavoratori, ragazzi, scrittori come il Sig. Moretto quì presente, oltre ai pensionati. Come vedi, sono persone di differenti nazionalità ed estrazione sociale.

Al Bar Trilussa servite anche il pranzo?

Il  Caffè Trilussa nasce come una sorta di piccola caffetteria,  dove la mattina puoi trovare dalla semplice brioche, alle classiche fette biscottate con la marmellata, oltre al caffè e al classico cappuccino. In ogni caso, anche noi ci siamo adeguati ai tempi  e possiamo servire  pranzi molto veloci come insalatone, capresi, bresaola e rughetta, panini e tramezzini. Un piatto molto richiesto è la “famosa insalatona” di mia mamma, dove utilizziamo prodotti naturali  e semplici, come il tonno, il pomodoro, la caprese, i finocchi, le carote, piatti genuini però fondamentalmente ricchi di sostanza. Nel  nostro  Bar, che ha caratteristiche  familiari, puoi  trovare  tante  pietanze  genuine, per questa ragione, non puntiamo al piatto  tipo “gourmet”. Per questa genere, devi rivolgerti da altre parti.

Sono molto belli  questi lampadari, nel locale, danno il senso del tempo.

Nonostante ci  troviamo in viale IV Novembre a Latina, questo bar nasce come riproduzione di un vicolo di Roma ed è il classico esempio che puoi trovare nel famoso quartiere di Trastevere.  

Una cosa che incuriosisce è che al Bar Trilussa, mantenete  ancora il prezzo della tazzina del  caffè a 50 centesimi,  una particolarità  che sicuramente piace alla clientela ed è  sicuramente  un vostro titolo di merito.

Grazie. Il caffè a 50 centesimi nasce  12 anni fa, perché ad Aprile compiamo 12  anni di attività. L’idea del caffè a 50 centesimi,  venne a mio padre che come tanti sanno,  è un commerciante storico di Latina.  Noi proveniamo dai Castelli Romani dove avevamo un bar, così come  l’abbiamo avuto anche  a Roma, siamo quindi una generazione di baristi e  non abbiamo tra virgolette improvvisato la professione. Quando aprimmo questo locale, nonostante si presentasse  già gradevole nell’aspetto,  ci siamo posti  la domanda, “ma come mai questo bar non funziona”?  Mio padre che è un amatore del caffè e sostiene che chi lo gradisce se lo debba sempre permettere, pensò che fissare il prezzo del caffè a 50 centesimi fosse una buona idea. E’ ovvio  che la cosa piacque a  tantissimi clienti, ma non si deve pensare che il costo sia dovuto a  scarsa qualità, perché  al contrario,  è un caffè ottimo,  quello che utilizziamo ed è il caffè Elmokado,  di Santa Palomba. Quando ha preso piede, noi cominciammo a lavorare molto  di qualità e i clienti si sono ormai fidelizzati al piacere del gusto del caffè e alla bontà dell’aroma.  C’è da dire che negli anni, non abbiamo ritenuto di aumentare il prezzo della tazzina, sia perché è ormai  diventata  una caratteristica del Bar Trilussa.e anche perché il nostro fornitore del caffè Elmokado, un amico di mio padre da anni,  ci riserva un prezzo particolare  e ci ha assicurato  che fino a quando  il prezzo dei costi di lavorazione, rimarrà tale,  non ha motivi per aumentarlo.

Nella maggioranza dei Bar di Latina invece, la tazzina del caffè si paga ormai un Euro, ti sembra un prezzo eccessivo?

Posso dirti che dietro al costo della tazzina del caffè,  nei  bar, c’è un mondo, c’è chi vuole speculare, ma sono invece tanti i bar che sono costretti ad aumentare i prezzi, perché hanno  spese maggiori rispetto a coloro che hanno una gestione familiare. Nel  Bar Trilussa, non abbiamo dipendenti, per cui tolti i costi fissi, possiamo permetterci di offrire un’ottima qualità di caffè a determinati costi. Questo non è il bar “del mulino bianco”, è  un bar reale, dove i clienti invece, da quando c’è la pandemia, mi lasciano a volte la mancia, perché ritengono  che sia impossibile pagare ancora il caffè a 50 centesimi.

Signora Silvia De Luca, a fine serata non ti assale la stanchezza, dal momento che sei quasi sempre sola a svolgere l’attività?

 Portare avanti il bar da sola, non è facile, arriva la sera che sono stanca, ma soddisfatta del mio impegno. Dietro il lavoro di una persona, riveli  quello che sei  in realtà, che non è sempre quello che  appari, io ho una clientela che si rispecchia molto nel  mio modo di fare, familiare e socievole. Se tu vieni qua e vuoi il tovagliolo con su scritto Bar Trilussa, la crema, la cannella, non è questo il bar, qui trovi solo cose naturali. Sinceramente anche io sarei in grado di gestire quei tipi di bar, ma non sarei più io. Noi intendiamo svolgere questo lavoro con amore  e quando  il cliente esce soddisfatto e mi confida  che il caffè è ottimo, “io sono più felice che se mi lasciasse 50 euro di mancia”. Personalmente non svolgo questa attività  esclusivamente per guadagno, quello mi serve solo per  vivere, è più importante per me tornare a casa soddisfatta di aver fatto felice una persona,  con una “semplice tazzina di caffè!”.

Grazie Silvia De Luca

Rino R. Sortino