VALERIO MATTEÙ È STATO PREMIATO Al Festival Internazionale Film Corto “Tulipani di Seta Nera”

IL GIOVANE REGISTA SARDO HA PRESENTATO UN VIDEOCLIP ACUSTICO RIGUARDO UNA PROBLEMATICA SOCIALE.

il regista Valerio Matteu è stato premiato al Festival Internazionale Film Corto “Tulipani di Seta Nera”, promosso da Rai Cinema e Rai per il sociale, per il videoclip Acustico realizzato dalla cantante Veronica Di Nocera, categoria #SocialClip.La storyboard e la sceneggiatura del videoclip è stata scritta dalla psicologa Federica Soleti, autrice di numerosi altri storyboard visuali, in collaborazione con la cantante Veronica di Nocera. Il videoclip è stato girato a Roma e nasce da un’esperienza personale dell’artista, che tratta di suo cugino Desio, un bambino autistico. La sceneggiatura che è stata scritta partendo dalle testimonianze della madre di Desio, Monica, ha il compito di tramutarsi in un’esperienza sensoriale, atta a restituire il punto di vista di una persona autistica. Il regista Valerio Matteu, nel passato, ha contribuito alla regia di videoclip di successo come Queen (8 milioni di views), Bordello (1 Milione di view) e Space Doll di Marta Daddato (Prodotti dalla Universal Music, Sagapò (5 milioni di view) di Cecilia Cantarano e Boom (1 milione di view) di Valeria Marini. Attualmente Valerio è al lavoro per realizzare il nuovo videoclip di Federico “Fashion Style per l’estate 2021”, con l’aiuto di Angelo Martini, co prodotto da Gianni Testa e Gennaro Ruggiero. Valerio Matteu nel suo recente passato, vanta la collaborazione con diverse case di produzione cinematografiche, inoltre ha preso parte come direttore della fotografia, al documentario RoMax e MaxMare prodotto dalla Cine1, come montatore in un nuovo cortometraggio diretto da Adamo Dionisi.Con la Ruggiero Film Production, ha lavorato in molte produzioni di successo, anche come regista, ha inoltre diretto la fotografia e montato il film “Anna, Una Voce Umana”, diretto da Ugo Cavaterra, dove protagonista assoluta è stata l’attrice Angelica Loredana Anton. Valerio ha studiato a Roma alla Sapienza e si è formato alla “New York Film Academy” di New York in Filmmaking. Il premio è stato consegnato a Veronica e Valerio, da Grazia Di Michele, direttrice artistica del Festival, e da Alessandra Fallucchi con la seguente motivazione: “per il tentativo, ben riuscito, di spiegare, attraverso il testo e le immagini, il mondo visto da un ragazzo autistico”. La percezione che ha degli altri e delle cose raccontate, sono cantate dalla cugina Veronica, con grazia, intelligenza e amore”.

Realizzato dall’associazione di promozione sociale “Università Cerca Lavoro”, su idea di Paola Tassone, il Festival promuove il lavoro di diversi autori provenienti dall’Italia e dall’estero. Le immagini, rappresentano non il semplice racconto di una diversità, ma l’essenza stessa della diversità e della fragilità, delle persone e dei luoghi. L’arte cinematografica, come sempre, riesce a valorizzare i molteplici aspetti ed a esprimerli, così come nel passato riuscì a dare voce alle lotte per l’ecologia e l’emarginazione, attraverso pensieri, opinioni e sentimenti.

Rino R. Sortino

.